Birra alla Zucca (Pumpkin Ale) : La ricetta

birra alla zuccaAvrei dovuto pubblicare qualche mese fa questa ricetta di Birra alla Zucca, Halloween è già passato da un po’ e questa è la birra migliore da preparare per questa ricorrenza…

Sfoggiare una birra alla zucca per Halloween è sicuramente il top, ormai è tardi ma se trovate ancora zucche in giro beh… provate a farla…

Ai vostri amici importerà poco se è Natale o ferragosto, è una birra molto piacevole da bere!!

Stavolta a differenza della ricetta della birra alla canapa che ho postato tempo fa, ho preferito aspettare la conclusione della rifermantazione in bottiglia per poter inserire nell’articolo sia le foto del risultato finale che una conclusione sul gusto della Birra alla Zucca o Pumpking Ale che dir si voglia.

Birra alla Zucca: Tradizione U.S.A

Impossibile pensare alla birra alla zucca senza imbattersi nel mondo del made in USA.

Sono loro che hanno “portato” la festa di Halloween da noi e con le innumerevoli produzioni di Pumpking Ale ci hanno fatto capire che avremmo potuto sfruttare meglio le fantastiche zucche Italiane non solo nell’ambito culinario ma anche in quello brassicolo.

Le origini di questa birra arrivano dal periodo coloniale Americano, sembra che per non utilizzare l’orzo, molto costoso, i coloni dopo aver scoperto la zucca arancione, che ancora non conoscevano, usarono gli zuccheri contenuti in essa per la birrificazione.

Così iniziò la produzione di birra alla zucca che con il passare degli anni e con la maggiore disponibilità del malto d’orzo si evolse in ricette sempre più complesse fino ad arrivare ad una birra alla zucca Thanksgivingprodotta con le spezie tipiche della torta alla zucca (Pumpkin Pie) come cannella,zenzero,chiodi di garofano e noce moscata.

Questa torta, come la zucca in generale, è la protagonista insieme al tacchino del Thanksgiving Day (Giorno del ringraziamento)

Birra alla Zucca: Ingredienti

La scelta del tipo di  zucca da usare nella mia birra è stata del tutto casuale, mio Zio (che ringrazio) le coltiva e me ne ha regalate due, non so di che tipo siano e non sapevo che sapore avrebbero potuto apportare alla birra… A me piace sperimentare e non c’ho pensato due volte.

birrapertutti.it-6Partendo dalla zucca appunto, che è l’ingrediente principale (anche se poi nella birra finita non sembra così) servono gli altri “particolari” ingredienti:

  • La cannella
  • Lo Zenzero
  • I chiodi di Garofano
  • Zucchero di canna grezzo (per il priming)

Per la base della birra ho scelto solo malto Pilsner senza aggiunta di nessun altro malto speciale per avere una birra chiara e che puntasse alla semplicità, lasciando spazio appunto a tutti questi profumi e sapori del tutto nuovi per me.

Insomma se birra alla zucca deve essere che birra alla zucca sia!

Ho usato una percentuale di zucca pari al 30%.

Il restante 70% è solo malto Pilsner.

Per i luppoli ho optato per luppolo Americani:

Amarillo Cascade e Chinook

Come si usa la zucca?

La zucca nella birra può essere usata in diversi modi:

  • Nell’ammostamento
  • Nella bollitura
  • Durante la fermentazione

A me piaceva l’idea di usarla nella fase di ammostamento (mash) per sfruttare i suoi zuccheri  e dare più alcool alla birra finita, ma a conti fatti ho constatato con delusione che la zucca ha un apporto scarsissimo di punti OG nel calcolo.

Per facilitare la conversione degli amidi e per dare un sapore più deciso alla zucca, che cruda sappiamo tutti non essere così saporita, è bene pulirla togliendo i semi e metterla in forno per arrostirla.

Nel mio caso erano due zucche dal peso totale di 6,5 Kg. e per renderle belle dorate e profumate le ho tenute intorno ai 200°C per un ora circa, questo tempo dipende dal tipo di forno e dalla quantità di zucca, per essere sicuri che tutto vada bene basta controllare di tanto in tanto e toccare la zucca per sentirne la consistenza.

Per dare un tono un po’ affumicato ho lasciato le bucce cercando di bruciacchiarle un pochino come è possibile vedere in foto.

birrapertutti.it-5

Il passo successivo è quello di lasciar raffreddare le fette a temperatura ambiente e tagliarle a cubetti di circa 2 cm. lasciando anche la buccia e al momento del mash aggiungere il tutto insieme al malto Pilsner.

Uso delle spezie

Le spezie si usano inserendole durante la bollitura per un tempo stabilito, la cosa difficile è il dosaggio…facilissimo esagerare e rovinare una birra.

La mia paura era quella e dunque ho usato piccole dosi, alla fine è stata una scelta vincente.

Ho usato uno zenzero fresco dal peso di 10 grammi, sbucciato, tagliato poi a pezzi.

I chiodi di garofano sono molto forti di sapore, per 50 litri ne ho inseriti 12 di numero.

La cannella? Circa 2 cucchiaini da caffè.

Nella birra finita al naso si sentono tutti i profumi ma al palato li ritroviamo molto delicati e non invadenti, con il luppolo che alla giusta quantità riesce a donare l’amaro perfetto per contrastare una dolcezza che tra malto e zucca sarebbe poi stucchevole.

Bingo!

La ricetta della Birra alla zucca ALL-GRAIN

ingredienti

Schermata 2016-01-09 alle 20.30.55

Con queste dosi è possibile realizzare 50 Litri di birra alla Zucca. Se vuoi farne di meno ad esempio 25 Litri dividi per due le quantità.

LITRI ACQUA INIZIALE 45

LITRI ACQUA SPARGE 36

OG 1068

FG 1012

Birra ad Alta fermentazione, lievito usato Fermentis Safale US-05

  • Fermentare a 20°-22° per una settimana
  • Travasare e lasciare in fermentazione altri 7 giorni circa (controllare la densità)
  • A densità raggiunta o stabile per 24 ore procedere con l’imbottigliamento
  • Aspettare almeno 3 settimane per l’assaggio

Il risultato finale: Aspetto e Gusto

birrapertutti.it-8Io non sono bravo a descrivere le birre, a maggior ragione se devo recensirne una fatta da me.

Ho chiesto aiuto a due amici degustatori che hanno analizzato per me questa Birra alla Zucca, ecco la loro opinione:

“Birra di colore giallo carico leggermente velata, generoso cappello di schiuma bianca compatta a grana fine.

Naso ricco di zenzero e cannella in prevalenza e a seguire aromi di coriandolo e fruttato maturo.

La corsa gustativa inizia con la dolcezza del malto, mai stucchevole, sentori di zucchero di canna e leggera piccantezza.

Il finale è un equilibrante amaro secco che richiama il successivo sorso.

Birra appagante, ben bilanciata dalla secchezza e dalla buona carbonazione.”

ABBINAMENTI: Formaggi dolci, primi con condimenti leggeri e dolci spezziati.

 

Un grazie da parte mia a Marco ed Elisa per la recensione.

Alla prossima e Buona birra a Tutti!

   

Autore Tutti i post

Thomas Mutti

Thomas Mutti

Sono un appassionato di Birra Artigianale ed Homebrewer da anni, il mio obiettivo è avvicinare la gente a questo mondo e mettere a disposizione le mie conoscenze per aiutarla a produrre una birra fatta in casa di qualità partendo da zero.

7 CommentsCommenta

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *